Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

giovedì 8 maggio 2008

Barcelona!!!

Eccomi di nuovo dopo una (ahimè, troppo breve) vacanza a Barcelona!

Chiedo scusa a tutti per la mia prolungata assenza dal blog ma spero di farmi perdonare con le tantissime ricette della "cucina spagnola" che ho messo in valigia accanto al rimpianto nel lasciare i colori ed i sapori di quella terra straordinaria.
Barcelona è, per me (ed io sono una persona che non ama assolutamente vivere nei grossi "agglomerati urbani"), l'unica città che ti prende al punto che non vorresti lasciarla, non importa per quanto tempo ti fermi, ed ogni volta che torni ti lascia sempre con la voglia di tornarci ancora ed il più presto possibile; capisco perfettamente perchè tantissimi sono quelli che ci vanno per un breve soggiorno e finiscono fermandosi lì, a volte per tutta la vita!
Avida di scoprire quanto più possibile dell'arte, della cucina e della musica catalana, ho curiosato, carpito e documentato quanto più possibile dei profumi e dei sapori nelle "tiendas" di prodotti alimentari tipici, nei ristorantini, nei bar e nei mercati tra i quali il posto d'onore spetta, senza ombra di dubbio, alla "Boqueria" sulle Ramblas che da Plaza Catalunya scendono verso il mare in una allegria di bancarelle di fiori e di prodotti dell'artigianato spagnolo, di chioschetti dove si possono trovare piccoli animali, spesso tra i più impensabili, e tra mini spettacoli improvvisati dai "mimo", attori a volte geniali, e dai "rappers".
Che pena! Proprio alla Boqueria morivano le batterie della macchina fotografica così che non posso condividere con voi l'incredibile fantasia di cioccolata delle bancarelle piene di ogni tipo di frutta secca ricoperta di cioccolato, di dolci e dolcetti dalle forme più strane e simpatiche tutti rigorosamente al cioccolato. Ho cercato di assaggiare un pò di tutto però! Buonissima la Macadamia ricoperta al cioccolato.
Alla Boqueria si rimane davvero entusiasti davanti alla varietà incredibile di frutta proveniente da ogni angolo del mondo comprese le banane cotte od essiccate.

Abbiamo organizzato questo piccolo soggiorno a Barcelona con una coppia di amici quindi, questa volta, mi sono comportata da vera "turista" scarpinando senza sosta da un angolo all'altro della città: punto di partenza Plaza Catalunya verso tutte le direzioni passando da Gaudì (tutto il "Gaudì" possibile!) al Maremagnum, dalla Fontana Magica ai Giardini di Montjuic e al fantastico Museo dell'Arte Catalana (dove alcune zelanti sorveglianti mi controllavano passo passo insospettite dal mio taccuino degli appunti), dall'altezza mozzafiato di Montserrat al silenzio delle mura della Cattedrale di Santa Maria del Mar (che ha ispirato il romanzo "La Cattedrale del Mare"), per finire all'allegria flamenca ed ai profumi delle capaci cucine andaluse della Feria de Abril nel Parco del Forum.

Da bravi turisti abbiamo mangiato la Paella di "marisco" da Moncho's alla Villa Olimpica, la Escalivada (melanzane, peperoni e cipolle cotte al forno e gratinate), il Pulpo alla Gallega (ottimo), la Esqueixada (de bacalao) molto vicino al nostro "Stocco in insalata", naturalmente anche la Tortilla e abbiamo assaporato, cucchiaino dopo cucchiaino, la Crema Catalana ed una squisita Mousse alla nocciola oppure ai tre gusti di cioccolato a "El Nostre Pà", un piccolo locale nel Passeig de Luis Companys, davanti all'Arc de Triomphe.


Alla fine, stanchi, direi sfiniti, ma non ancora soddisfatti, ci siamo rilassati sui cuscini "Al Sur", grazioso localino, davanti all'ingresso del Palau de la Musica, proprio accanto ad una piccola ma fantastica libreria, la "Llibreria del Palau", deliziandoci con un té alla cannella, visto che dopo tre giorni ero in piena "crisi di astinenza" da té.

Potrete di certo immaginare la quantità di té aromatizzati che ho riportato a casa; dal té nero alla violetta al té verde con cannella, buccia di limone, petali di fiori ed aromi esotici, dal té nero alla rosa ad un delizioso té nero dall'aroma fruttato.
Ed abbiamo lasciato un segno indelebile nella memoria del mio piccolo nipotino Alberto, "ciudadano" autentico di Barcelona, che ci osservava, alquanto perplesso, fotografare la Paella!

Nessun commento:



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)