Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

mercoledì 22 ottobre 2008

"Appunti di viaggio"; Campo Imperatore


Campo Imperatore.
Piste da sci ancora deserte; troppo in anticipo questa neve.
La vecchia funivia; come fare qualche piccolo passo indietro nel tempo. Poco più in alto il rifugio, il cui nome è legato ad un personaggio della storia italiana.
Ti avvicini a quello che ha l’aria di un tranquillo belvedere e rimani senza fiato. La terra giù, lontana, i colori sfumano uno dentro l’altro, percepisci la grandezza di quello che da laggiù sembra piccolo ed a portata di mano. In fondo, all'orizzonte, il verde della terra si fonde con il verdeazzurro del mare sì che non puoi esser certo dove finisce l’una per dare spazio all’altro.
Stiamo per lasciare le bianche cime per riguadagnare il fondovalle ed un più mite clima, quando scorgo Amedeo fare cenni per richiamare la nostra attenzione; torniamo sui nostri passi ed il nostro “cicerone” ci presenta la sua scoperta. Un calabrese che vive lassù, tra le nevi del Gran Sasso.


Nato sul mare Jonio, figlio dei greci e cullato dal profumo del bergamotto e dal vento caldo di Scirocco, venne portato via dalla sua terra quando aveva sette anni e trapiantato, quasi un piccolo albero, in terra d’Abruzzo.
Quando, molti anni più tardi, tornò al suo mare ed alla sua vecchia casa, lo fece da straniero, con tutte le paure di chi, della Calabria, conosce solo i racconti di banditi e di ‘ndrine e tutti i luoghi comuni che dipingono quell’angolo di sud di neri colori, di selvagge e profonde ombre oscure.
Ci raccontava di come le sue radici avessero atteso quiete nel suo cuore per risvegliarsi e germogliare ai caldi profumi della sua terra, dell’incredibile sensazione provata al vedersi riconosciuto ed amato dalla sua gente, quasi non fosse rimasto assente che qualche giorno soltanto, di come avesse sentito forte ed inaspettata dentro di sé l’appartenenza all’adesso “suo” Sud.
Ed intanto i suoi occhi si inumidivano di dolorosa nostalgia.
Mentre parlava del suo primo giorno in Calabria, del calore della sua gente, dell’amore per la sua terra che lo aveva posseduto e non lo avrebbe mai più abbandonato, piccole, brillanti stelle velavano i suoi occhi.
Le sue ultime parole sono state splendide ed insieme terribili. “Quando saprò che sarà l’ora, io scenderò a morire nella mia terra”!
Tutte le parole che aveva lasciato in fondo al cuore, noi adesso le conoscevamo.
Non voleva lasciarci andare; continuava a trattenere le nostre mani, incurante del lavoro che lo reclamava.

Al lasciare Campo Imperatore, tutti noi portavamo via qualcosa di diverso nel cuore.


7 commenti:

zagara ha detto...

Che storia commovente forse perchè vera e reale mi tocca particolarmente il cuore e l'anima.I racconti dei luoghi sono fantastici per un attimo mi sono sentita accanto a te...a quest'ora c'era una pace un silenzio...le foto stupende

Romano ha detto...

Sono molto contento che sei tornata online. Purtroppo google non mi aggiorna su tutti i blog e quindi ti leggo con ritardo.

Ho letto tutti i tuoi post riguardanti la tua gita nelle terre d'Abruzzo. Bellissimi post e bellissime foto. Poi l'incontro inaspettato con un calabrese è stato narrato splendidamente. Complimenti e a presto

Romano

zahxara ha detto...

Per Zagara;

Grazie, carissima per la tua vsita.
Si, una storia davvero commovente; mi dà, al ripensarci, ancora un'emozione speciale.
Sono contenta di essere riuscita a comunicarti le mie sensazioni.
Un fuerte abrazo..........


Per Romano;

Grazie Romano.
Graditissime sempre le tue visite al mio blog e tengo molto alla tua opinione. L'incontro con il calabrese mi ha profondamente "toccato" il cuore.
Un abbraccio per te dalla Calabria.....

Ago ha detto...

Che bella e splendida storia...cara amica sei davvero brava a scrivere ed i tuoi viaggi sono proprio interessanti!!!
Quando puoi, passa da me, c'è un pensierino per te!
Muchiiiisimos besitooooooooooooossssssssssssss
Ago :-D

zahxara ha detto...

Hola mi querida Ago.
Grazie peil tuo caro interesse.
Già passata a vedere e ti ringrazio onorata, come sempre nel ricevere un tuo premio.
Besitos para ti.............

Anonimo ha detto...

Questi appunti di viaggio provengono da un passante. Vittoria le truppe inglesi, coalizzate all esercito prussiano contro imperatore francese.
============================
Brian
wide circles

zahxara ha detto...

Hola Brian!

Todos somos pasajeros entre lugares, entre palabras. Y, de cada viaje, retenemos entre el corazon algo de los perfumes, de los colores, de las historias.........

Gracias y hasta otra........



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)