Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

martedì 21 ottobre 2008

"Appunti di viaggio"; Su, verso il Gran Sasso


Il sole è ormai sorto; i piccoli batuffoli di nuvola hanno cambiato il rosso dell’alba in un delicato bianco rosato; la sottile bruma mattutina che nell’attesa del nuovo giorno sfumava il mondo di languida poesia indugia ancora sul fondo della vallata.
Rientro in camera e faccio amicizia con qualche piccolo grillo, venuto su dai campi vicini, e le verdi farfalline, naturali ospiti della piccola piantagione di pomodori sul retro della casa. Sorridendo controllo che i primi non abbiano scelto per rilassarsi le mie scarpe e riesco a far riguadagnare la "strada di casa" alle seconde, prima che sia già ora di avviarsi in esplorazione del territorio.
Amedeo, il nostro “cicerone” e affabile "padrone di casa" arriva presto.

Intuisco che anche lui, come me, “guarda” ogni mattina il sorgere del sole. Amedeo ha parole brevi e dirette; figlio delle genti di questi monti, esprime nel suo muoversi sicuro e veloce il suo legame indissolubile, la sua appartenenza a questa terra e porta dentro di se la vastità delle sue montagne e l’abitudine a misurare e possedere il tempo.
Non trascura di farmi conoscere ogni più piccolo particolare che ritiene possa essermi interessante e gradito, ma non indugia oltre il necessario, cosa che apprezzo molto, nelle soste per visitare l’antica chiesetta benedettina di San Pietro, ahimè chiusa, o per godere dei panorami mozzafiato intanto che saliamo su, sempre più su, verso il cuore del Gran Sasso.
L’aria si fa sempre più frizzante via via che percorriamo l’ampia gola di terra nuda chiusa tra due ali di roccia; solitaria e lontana una piccola pineta, macchia verde scuro sul fianco della montagna, certamente un angolo meno battuto dal vento freddo che accompagna instancabile l’avanzare dell’autunno.
La neve mi coglie impreparata già un poco prima di
Campo Imperatore; riconosco l’inadeguatezza del mio abbigliamento. Avrei dovuto pensarci ed è l’errore più ovvio che commette chi vive nelle “terre del sud”.
Amedeo ci parla di questi monti, dei pastori e del ripetersi, immutato da secoli, del rito della
“transumanza” che vede il muoversi delle greggi ad assecondare il ritmo delle stagioni, ci racconta della storia dei popoli che attraversarono nei millenni questi luoghi, delle abitudini semplici e delle tradizioni nella cucina delle genti di montagna.






Non si poteva, quindi, non assaggiare i mitici “arrosticini” fatti di sola carne di pecora, proveniente naturalmente dagli abbondanti pascoli che abbiamo notato salendo su per la montagna, accompagnati dal pane fatto in casa e dal gustoso pecorino di Farindola.




Ma Campo Imperatore aveva in serbo per me inattese e sorprendenti emozioni.
Questa però è un’altra storia…………………

4 commenti:

note disambigue ha detto...

Una bella sorpresa. Un blog che parla di cucina ma non solo. E lo fa anche bene.
:-)

scrittrice75 ha detto...

sempre la numero uno.. un saluto da angela

zahxara ha detto...

Per Note disambigue;

Benvenuta e grazie per la visita e per gli apprezzamenti.
Verrò a trovarti spesso.
Un abbraccio............


Per Angela;

Grazie carissima,
il tuo affetto scalda il cuore, i tuoi apprezzamenti sono uno stimolo in più!
Un besito...............

Anonimo ha detto...

Descrivi in maniera così meravigliosa la mia terra che son felice di aver contribuito a mostrartela. Altri luoghi stupendi vi attendono al vostro prossimo passaggio. Per chi ha occhi per vedere il mondo è pieno di meraviglie e la vostra Calabria non è da meno.

Amedeo



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)