Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

lunedì 27 ottobre 2008

Cucina d'Abruzzo; i "Fiadoni"

Tra gli “appunti” di cucina, presi nel mio viaggio in Abruzzo, trovano un posto d’onore i “Fiadoni” perché buonissimi, certo, ma anche perché legati al ricordo del mio arrivo alla “casa tra le colline” .







Ingredienti:

Per il ripieno:
kg 1.300 di Formaggio da grattugia (parmigiano, rigatino e poco pecorino);
8 tuorli d'Uovo;
100 gr di Zucchero;
Latte qb;
un pizzico di Cannella in polvere.

Per la sfoglia:
1 kg di Farina (tipo 00);
4 Uova (più 1 per spennellare);
200 gr di Zucchero;
ml 200 di Latte;
ml 100 circa di Olio di oliva;
2 bustine di Lievito per dolci;
un pizzico di Cannella in polvere;
mezzo bicchiere di Liquore dolce o altro aroma;
Sale qb.

Preparate il ripieno: mescolate gli ingredienti cercando di ottenere un ripieno piuttosto compatto e asciutto; aggiungete del latte per ammorbidire l’impasto se dovesse risultare troppo secco. Tenete da parte.

Preparate adesso la sfoglia: ponete su una spianatoia la farina a “fontanella” ed aggiungete, poco per volta, tutti gli altri ingredienti impastando bene fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Se necessario aggiungete ancora un po' di latte.
Dividete l'impasto in tanti panetti e stendeteli in una sfoglia piuttosto sottile; partendo dall'alto, a circa 5 cm dal bordo superiore della sfoglia, ponete, ad intervalli regolari, delle grosse noci di ripieno e ricoprite il tutto con un altro strato sottile di sfoglia.
Ritagliate i fiadoni a mezzaluna con l'apposita rotella. Bucherellate ogni singolo fiadone con i rebbi della forchetta, spennellateli con un uovo battuto allungato con un po' di latte ed infornate a forno caldo, per circa 20 minuti, a 180°.
Per evitare che i fiadoni si rompano durate la cottura, al chiuderli fate aderire bene i bordi spennellando la sfoglia con del latte o del bianco d'uovo e pressate bene sui bordi con le dita.

2 commenti:

FairySkull ha detto...

Ma che buoni che devono essere !!! Ciao Lisa

zahxara ha detto...

Ciao Lisa,
Benvenuta! Si, davvero buoni.....
Besitos........



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)