Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

giovedì 8 maggio 2008

La "Paella" (classica)

Iniziamo con la più classica e rappresentativa delle ricette della cucina spagnola che è naturalmente anche la più richiesta: la Paella.

La Paella che vi propongo per prima è la classica, a base di carne di maiale, pollo e gamberi e l'ho presa dal libro di cucina di Esperanza Luca de Tena, "Las mejores 100 recetas españolas"; libro con ricette bene organizzate e dalle spiegazioni chiare e per il quale devo ringraziare Carlo, Mariajosé e Alberto.

Ingredienti:

2 tazze (da latte) di Riso;

gr 300 di gamberi;

gr 100 di magro di Maiale in tocchetti;

10 ali di Pollo;

1- 1/2 di Olio di oliva;

3 spicchi di Aglio;

1 Pomodoro pelato e tritato;

Un poco di succo di Limone;

Sale qb e Zafferano;

l 1 circa del Brodo dei Gamberi;

2 Uova sode;

1 Peperone sott'olio.


Pulite i gamberi, conservando la parte della testa; soffriggete le code per qualche secondo e tenete da parte;
cuocete le teste in acqua per circa 30 minuti, poi tritatele e passatele al colino: conservate il brodo in caldo a fiamma bassa; salate la carne e condite con peperoncino (non piccante); versate l'olio in una padella e fate rosolare l'aglio, il pollo e la carne di maiale; unite il riso mescolando per circa 5 minuti; incorporate adesso il succo di limone, il pomodoro, il sale, il peperone tagliato in pezzetti e lo zafferano in polvere; versate sopra il brodo dei gamberi bollente aggiungendo altra acqua bollente se necessario; quando riprende bollore ponete nel forno, già caldo, a 180° per circa 20 minuti e poi lasciate riposare, fuori dal forno, per altri 15 minuti; se il riso dovesse risultare ancora crudo o molto asciutto, "spolverare" con un altro poco di acqua calda, coprire e cuocere per qualche altro minuto ancora.
Servire guarnito con le code dei gamberi, fritte, le uova sode tagliate a spicchi o a fettine e alcuni peperoni tagliati a filetti.

2 commenti:

Romano ha detto...

Mi è venuta fame...;)

zahxara ha detto...

Come ti capisco, Romano!
Basta pensarci per sentire nostalgia e ..... fame!

Un abrazo.......



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)