Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

giovedì 28 febbraio 2008

Pane ai fiocchi d'avena ripieno

Mi piace tantissimo cucinare, mi rilassa e mi piace creare, inventare nuovi sapori, nuovi accostamenti di sapori e profumi.
Ieri sera ero proprio in vena di sperimentare qualcosa di nuovo e, dato che amo il pane integrale, ho pensato di fare si il pane ma in un modo del tutto diverso. Ecco il risultato di questo raptus creativo.

Ingredienti per il pane:

gr 250 di farina integrale;
gr 150 di farina bianca (tipo O);
gr 150 di fiocchi d'avena;
gr 200 di latte;
gr 100 di acqua;
gr 25 di lievito di birra fresco;
1 cucchiaino di zucchero;
1 cucchiaino di sale;
olio di oliva.

Ingredienti per il ripieno:

gr 200 di prosciutto cotto affettato (oppure di pancetta);
gr 200 di formaggio morbido tipo crescenza (oppure della mozzarella);
gr 100 circa di parmigiano grattugiato;
3/4 zucchine;
2/3 pomodorini del tipo "ciliegino";
2 foglie di basilico;
sale qb;
olio di oliva.

Mescolate il latte con l'acqua, aggiungete un cucchiaio di olio di oliva e lo zucchero e scioglieteci dentro il lievito; tenete presente che latte ed acqua devono essere a temperatura ambiente o meglio ancora, come dicevano le nonne calabresi, "comu acqua i' suli" vale a dire tiepidi come l'acqua riscaldata dal sole.
Su una spianatoia (io uso sempre una di legno di olivo non trattato) disponete a fontanella le farine ed i fiocchi di avena setacciati insieme; salate e versate al centro della fontanella il composto liquido dove avete sciolto il lievito; con la punta delle dita cominciate ad amalgamare gli ingredienti partendo dall'interno e via via, impastando, amalgamate tutta la farina. Quando l'impasto avrà raggiunto una consistenza liscia ed omogenea, formate una palla e ungetela leggermente di olio; ponetela a lievitare in una ciotola di ceramica dai bordi alti coperta con un canovaccio, in un luogo caldo per almeno un' ora. Ricordate che i contenitori con impasti che devono lievitare non vanno mai posti su un piano di marmo.
Nel frattempo in una padella, versate un filo d'olio e fate rosolare a fiamma bassa le zucchine tagliate a tocchetti sottili con i pomodorini; aggiustate di sale e a fine cottura "profumate" aggiungendo il basilico spezzettato.
Quando l'impasto del pane avrà raddoppiato di volume, spolverate la spianatoia di farina e poneteci sopra l'impasto; allargatelo con le mani fino a che non avrà raggiunto lo spessore di circa 2 cm di altezza; distribuiteci sopra una parte del prosciutto o della pancetta , poi la crescenza o la mozzarella tagliata a cubetti, adesso le verdure, spolverate con il parmigiano e coprite con un altro strato di prosciutto.
Adesso, arrotolando un po l'impasto, chiudete sigillando bene, perchè nella cottura non fuoriesca il formaggio, e date la forma di un pane allungato. Spennellate con un po di olio e spolverate con un po di fiocchi d'avena. Infornate, in forno già caldo, a 200° per circa 30 minuti.
Come al solito ricordo che i tempi di cottura possono variare a seconda del tipo di forno.

Comunque questo tipo di pane sarà buonissimo anche senza ripieno da utilizzare per preparare antipasti o per accompagnare zuppe di verdure.

2 commenti:

odino ha detto...

Visitare questo blog a mezzogiorno è un po come sottoporsi ad una tortura in modo consapevole. Complimenti per la completezza del tuo blog, per il tuo amore per la nostra terra e soprattutto... per le tue ricette.

zahxara ha detto...

Grazie Odino,
per i tuoi apprezzamenti al mio blog e alle mie ricette; spero di potervene offrire tante altre di buone. La nostra terra è straordinaria: basta solo fermarsi a guardarla, non camminarci sopra come se fosse solo terra.....



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)