Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

lunedì 3 marzo 2008

Marmellata di limoni alla zagara

Siamo ancora soltanto ai primi di Marzo eppure l'aria, qui nel "profondo sud", sa già di primavera; il mio piccolo, piccolissimo giardino è una festa di fiori. Le camelie, le azalee, l'allegria dei piccoli fiori del gelsomino cinese, tutto è in fiore. Il cielo ci regala un azzurro di zaffiro e il sole al tramonto ha ancora quel colore caldo che è solo degli inverni di questo angolo di mondo. Presto fiorirà la zagara, il mio fiore preferito, e solo al pensiero mi sembra quasi di sentirne già il profumo.
Pensare alla zagara mi riportato alla mente le marmellate che faceva la mia piccola nonna Angelina; solo due erano quelle che avevo eletto a preferite e questa, profumatissima, che si portava dentro tutta l'essenza di questa terra e della sua primavera era una delle due.

Ingredienti:

kg 1 di limoni non trattati;
gr 600 di zucchero;
1 arancia;
10 zagare.

Togliete la buccia ai limoni e all'arancia ( solo la parte gialla) e tenetele da parte in acqua tiepida; pelate i limoni togliendo tutta la parte bianca e poneteli in una pentola, tagliandoli a fettine, insieme allo zucchero e alle bucce tagliate a striscioline; fate cuocere a fiamma bassa mescolando continuamente. Quando la marmellata comincerà ad addensarsi unite i fiori che avrete lavato delicatamente e finite di cuocere.
Versate la marmellata ancora calda nei vasetti sterilizzati, tappate bene e capovolgete i barattoli lasciandoli raffreddare capovolti.

Per verificare il giusto grado di cottura della marmellata basta versarne qualche goccia su un piattino freddo ed inclinarlo: quando la goccia scorre molto lentamente la marmellata è al punto giusto.


2 commenti:

fiOrdivanilla ha detto...

Ciao, mi chiamo Manuela e ho trovato il tuo blog cercando informazioni sui possibili abbinamenti da provare con un miele di zagara al limone... hai qualche consiglio? :)

inoltre, trovo che questo blog sia molto, molto piacevole. E' ambiente che ho da subito trovato confortevole, caloroso.. non so ben dire perché ma così è :)

un caro saluto,
Manuela

Manolita ha detto...

Benvenuta Manuela,
grazie per i tuoi gradimenti al mio blog.

Sai che siamo quasi omonime? Bè, l'origine del nome è la stessa, cambia solo la .... nazionalità :-)

Cercherò tra le mie ricette qualche abbinamento possibile e ti farò sapere.

Un beso......



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)