Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

giovedì 26 marzo 2009

Torta "Profumo di Rose"

"Quando spuntano le rose,
all'alba.
voglio staccarne boccioli
per la tua bellezza.

Ne farai una collana vermiglia
per inanellare
la rotondità della terra......

Io somiglio alla tua vita
e come perenne germoglio
vivi nelle cose
e nell'anima mia.

Se a te appartengono tutte le cose
io alle cose voglio appartenere......

Come le piante e le foglie
voglio imprigionare i raggi
del tuo lungo giorno."

Tratto dalla Raccolta di versi "Al Tempo delle Fragole"
di Bruno Naso



Sono questi i primi giorni di una nuova primavera. Ancora timida. Ancora avvolta nelle brume di un vecchio inverno. Desiderosa di sole e di profumi.
Nel mio giardino, che sembrava ancora addormentato, sono tornate le rose.
Tenere, piccole, appena rosate, appena in boccio............




Ingredienti;
  • 5 Rose (non trattate);
  • gr 350 di Zucchero;
  • gr 10 di Gelatina (in fogli);
  • 1 Limone (non trattato);
  • 2 uova;
  • ml 250 di Panna fresca;
  • gr 250 di Farina "00";
  • 1 bicchierino di Rosolio;
  • 1/2 bustina di Lievito per dolci;
  • 1 pizzico di Sale;
Preparate la gelatina di rose: staccate delicatamente i petali delle rose, sciacquateli con molta cura e poneteli a macerare in 500 ml di acqua bollente; lasciate riposare per un'ora quindi filtrate il liquido attraverso un colino molto fine e versatelo in una pentola; aggiungete al liquido 250 gr di zucchero, due cucchiaini (da caffè) di succo di limone e portate ad ebollizione lasciando cuocere per circa 10 minuti; mescolate lentamente senza interruzione per tutto il tempo di cottura.
Mettete la gelatina ad ammorbidire, in acqua fredda, per circa 5 minuti quindi strizzatela ed aggiungetela al composto, amalgamando bene, dopo avrlo tolto dal fuoco; versatelo in un recipiente, non di metallo, e lasciate raffreddare.

Accendete il forno a 180°.

Preparate adesso l'impasto: in una terrina montate le uova con lo zucchero rimasto; unite una parte della scorza del limone grattuggiata e poi, uno per volta amalgamando bene, la panna fresca, il rosolio, la farina setacciata, il lievito ed il pizzico di sale. Passate di burro e spolverizzate di farina una tortiera di 26 cm di diametro; versate l'impasto e ponete a cuocere in forno per circa 45 minuti.
Togliete la torta dal forno, lasciate raffreddare e sformatela su un piatto per dolce; guarnite con la gelatina di rose tritata finemente, la scorzetta del limone avanzata tagliata a listarelle e decorate il piatto con petali di rose o piccoli bocciuoli. Un profumo!

Piccoli consigli:
Scegliete delle rose molto profumate ed assicuratevi che non siano state trattate con anticrittogamici o altro.
Sciacquate comunque con molta delicatezza i petali prima di metterli a macerare.
Filtrate l'acqua profumata alle rose e preparate lo sciroppo rispettando il tempo di cottura per evitare che diventi amaro.

Il mio grazie con un "besito" speciale a Lidia che è stata la mia fonte per questa ricetta.

5 commenti:

Marcela ha detto...

Meravigliosa...
Questa gelatina di rose è per se una poesia. Sento già il suo profumo!
Grazie della ricetta inspiratrice.
Un bacio,
Marcela

rodri ha detto...

La verdad es que yo cocino muy mal, pero le paso mis recetas a mi madre, cuando la veo, y ha hecho algunas y están de vicio...muchas gracias.
BESOS

Lara ha detto...

E' vero quanto scrive Marcela.
Cara Zahxara, è tutto poesia qui da te.
Buona giornata cara!
Lara

Renata ha detto...

Ciao cara Manolita, questa ricetta invitante e profumata parla di poesia e d'amore.Non le farò ombra con le parole e mi limito ad un grazie grande, per averla proposta.
Invece della tradizionale cigliegina l'adorno con una cascatella di affettuosi besitos. E per te...un grato abbraccio.

zahxara ha detto...

Per Marcela;
Grazie carissima.
Un fuerte abrazo y un beso........

Per Rodri;
Un saludo por tu madre.
Besos..........

Per Lara;
Grazie carissima Lara, anche l'amicizia è poesia.
Besitos...........

Per Renata;
Le tue parole affettuose possono solo aggiungere quella dolcezza in più che non guasta mai.
Besitos...........



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)