Benvenuti nel mio blog.
Ho iniziato questa mia nuova avventura spinta dalle insistenze della mia famiglia, in particolare da due miei "aficionados", dagli ospiti del mio bed&breakfast nonchè da tutti gli amici che subiscono, di buon grado, la mia passione per il thè dato che è sempre accompagnato da qualche nuova dolce esperienza culinaria.
Questo blog è il diario della piccola, tranquilla, meravigliosa vita di un piccolo bed and breakfast; vi andrò annotando sopratutto le mie ricette dei dolci e dei piatti tipici della cucina calabrese ed un poco della storia, delle tradizioni, della musica, della letteratura, della splendida natura e della bellezza incantatrice di questo angolo di Calabria.

A tutti voi amici che mi regalate il piacere della vostra attenzione chiedo di lasciare, al vostro passaggio, un commento, i vostri suggerimenti.
Grazie e buona lettura.

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro" E. Jolley

"E' un privilegio preparare la stanza in cui dormirà qualcun altro"  E. Jolley
Accomodatevi prego, se desiderate visitare il mio bed & breakfast

giovedì 7 maggio 2009

La Mela

Oggi parliamo di frutta, e dato che nella mia cucina si respira sempre profumo di dolci, vi vorrei parlare di un frutto che ci aiuta moltissimo nella preparazione di torte e crostate ma anche delle marmellate e cioè, di sua maestà la mela.

La mela è un frutto o, a voler essere precisi, è un falso frutto a pomo, originario dei paesi dell'Asia centrale e occidentale la cui comparsa risale al periodo del neolitico; nota fin dall'antichità, viene ricordata anche nella Bibbia; gli antichi egiziani e i romani la apprezzavano molto e furono proprio i romani a introdurre le mele in Gran Bretagna. Attualmente ne esistono in circolazione circa 2000 varietà.

E' un frutto che si può trovare tutto l'anno ma la sua naturale maturazione va da fine agosto fino alla metà di ottobre. Dopo il raccolto, i frutti vengono conservati a temperature che variano da 0.5 a 2.5 gradi Celsius con un umidità relativa del 59-68%. Per conservazioni prolungate si ricorre a conservazioni in celle con atmosfera controllata.

Viene destinata prevalentemente al consumo casalingo. L'utilizzazione industriale riguarda la produzione e la rivendita di fette di mela per l'industria dolciaria; viene anche utilizzata per la produzione del Sidro, una bevanda alcolica la cui origine risale al Medioevo e che viene ottenuta dalla fermentazione del frutto della mela ma anche della pera o della mela cotogna. E sulla "sidra" inevitabilmente mi lascio prendere dal ricordo del suono della "gaita"; delle serate tra le sidrerie nella tranquillità di un piccolo centro delle Asturias; dei fiumi di sidra per le strade di Oviedo, della paella de marisco a Gijon....... Scusatemi, torno subito alla mela.

Gli studi per il miglioramento genetico mirano ad ottenere piante resistenti ai roditori, all'aggressione da parte di batteri, parassiti e insetti. La mela non è particolarmente ricca in vitamine e minerali, contiene solo una discreta quantità di vitamina C e di potassio, è riccha invece di fibre e pectina, un potente gelatinizzante utilizzato per produrre le marmellate, viene molto utilizzata nelle diete per la sua proprietà di abbassare il colesterolo ed è generalmente considerata un frutto povero in calorie ma non bisogna mai dimenticare che una mela media pesa 2 etti e ha ben 100 kcal.

Tra le innumerevoli varietà di mele, differenti per colore, consistenza, sapore e contenuti nutrizionali, ne vado a ricordare solo alcune tra le più diffuse nei nostri mercati;

  • Blanche Neve;
  • Braeburn; buccia colore rosso scuro o scarlatto, polpa compatta e croccante, sapore dolce-acidulo;
  • Campanina;
  • Fuji; forma tondeggiante, buccia colore rosso-rosato, polpa croccante e succosa, sapore dolce, ricca di fruttosio;
  • Golden Delicious; forma tondeggiante, buccia colore giallo, polpa croccante e compatta, sapore dolce leggermente acidulo;
  • Granny Smith; buccia verde intenso, polpa croccante, particolarmente ricca in magnesio;
  • Imperatore;
  • Mela annurca; dalle dimensioni più piccole rispetto alle altre mele, di forma rotondeggiante e dalla buccia rossa striata. La polpa è bianca, compatta, succosa, dolce e gradevolmente acidula;
  • Renetta; forma irregolare, buccia rossa e verde, molto adatta per le torte e le crostate;
  • Renetta grigia;dalla forma schiacciata, la buccia ruvida e rugginosa, la polpa granulosa dal sapore dolce-acidulo;
  • Royal gala; buccia rosso intenso con venature giallo chiaro;
  • Stark;
  • Stark Delicious; buccia rossa, polpa fine e croccante, sapore aromatico;
Le mele fresche sono disponibili fino a Gennaio, poi entrano sul mercato quelle conservate in atmosfera modificata.
Al momento dell'acquisto ricordate che al tatto devono risultare sode, non devono ammaccarsi con la semplice pressione di un dito, e non presentare macchie ed ammaccature. Questo vale soprattutto per le mele più grandi, che è più facile che maturino troppo rispetto alle più piccole.
In un luogo fresco le mele si conservano a lungo, anche fino a 6 settimane. Ricordate di controllarle spesso e di rimuovere quelle marce, poiché faranno marcire anche le altre.
Conservatele lontano dalle verdure con foglie perché le mele, così come le banane, le pere e i meloni, producono etilene, un gas in grado di deteriorarle.

Nella storia e nella leggenda ricordiamo la mela che Guglielmo Tell pose sulla testa del figlio per colpirla con una freccia; la mela che secondo la tradizione cadde in testa ad Isaac Newton, facendogli intuire la legge di gravità; La mela d'oro che Paride diede ad Afrodite, a suo giudizio la più bella tra le dee dell'Olimpo; i tre "pomi d'oro" del Giardino delle Esperidi ed il frutto dell'albero del Bene e del Male, proibito ad Adamo ed Eva, che viene identificato con la mela.
Tra le mele famose quella "avvelenata" che, nella favola, viene data dalla strega a Biancaneve e la mela con il "morso" simbolo della Apple.

9 commenti:

giardigno65 ha detto...

non è più peccato ? Possiamo stare tranquilli ?

JUAN ha detto...

si ya no es un pecado comer la manzana, aqui en Perú las manzanas chilenas son las mas famosas son de color verde y muy ricas.

Maurizio ha detto...

Un caro saluto ed un abbraccio... grazie per esserci

Maurizio

Renata ha detto...

Manolita querida !Anch'io sono felice che tu sia tra noi.
Ti abbraccio forte. muccina.

La historia della mela è interessante e piacevole.

Que preciosidad. saludos con mucho cariño desde Brescia Un fuerte abrazo y hasta pronto.

zahxara ha detto...

@ Giardigno65;

Tranquilli nel mangiare le mele? Credo proprio di si.
Benvenuto Giardigno65 e grazie per la visita.
A presto......


@ Juan;
Creo que sea un pecado no comer manzanas :-) tan buenas como son!
Un fuerte abrazo.........


@ Maurizio;
Grazie. :-)) (sorriso)


@ Renata;
Hola muccina!
Anch'io sono felice di avervi come amici.
I tuoi incoraggiamenti ed i tuoi consigli mi sono molto preziosi.

Un fuerte abrazo para mi muccina favorita.......

scrittrice75 ha detto...

ciao.. ti ho assegnato un premio. passa da me. Un saluto ed un abbraccio

Don Juan ha detto...

feliz dia de la mama las madres y a las futuras mamas del mundoooooooo!

koala ha detto...

Carissima, a casa mia le mele non durano molto. Mia figlia ne divora un tot al giorno. Noi adoriamo le granny Smith o le Fuji, ma ci piacciono tutte.
Adoro lo spagnolo ma lo parlo poco e niente quindi non ricordo molto.
Vorrei andare in Spagna o Sud America per ripassarlo. E tu come mai lo ami?
Bacini

Romano ha detto...

.....un caro saluto e buona domenica:)



Le mie ricette ed i miei pensieri sono a disposizione di chiunque li ritenga degni di interesse ed intenda naturalmente farne un buon uso prego però, cortesemente, chiunque voglia prelevare copia, anche parziale, dei testi originali pubblicati su questo Blog e darne diffusione di chiedermene preventiva autorizzazione e, naturalmente, di citarne la fonte.


Qualora la pubblicazione di foto o di talune informazioni tratte da Internet e pubblicate su questo Blog violasse eventuali diritti d'autore, vogliate cortesemente segnalarlo e saranno subito rimosse.


Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità.



("ai sensi della "legge 22/4/1941 n.633", "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio" e delle successive modifiche). La normativa vigente considera reato penale la violazione dei diritti di copyright)